Sito non affiliato al governo statunitense, possibilità di svolgere le proprie pratiche senza spese supplementare nel sito ufficiale.

La procedura di rinnovo dell’autorizzazione ESTA

Il rinnovo dell’ESTA non è una procedura automatica. Scopri in questo articolo come procedere al rinnovo di questa autorizzazione al viaggio e il momento ideale per svolgere la pratica.

Se hai già avuto l’occasione di profittare di un’autorizzazione al viaggio ESTA per andare negli USA e vuoi sapere come funziona il rinnovo di questo documento per effettuare un nuovo viaggio o un soggiorno in questo paese, troverai in questo articolo tutte le risposte alle domande che ti poni. Ci occuperemo ovviamente di differenti punti importanti tra cui il rinnovo dell’ESTA dopo la sua scadenza o, quando necessario, durante il suo periodo di validità e spiegheremo come procedere in concreto per effettuare il rinnovo.

 

L’ESTA si rinnova automaticamente alla fine del suo periodo di validità?

Cominciamo l’articolo con un richiamo alla durata di validità dell’autorizzazione ESTA. Una volta ottenuta una risposta positiva alla propria domanda di ESTA online, l’autorizzazione è valida per 2 anni. Ciò significa che, al di fuori di alcuni casi particolari che tratteremo a seguire, non c’è bisogno di rinnovare l’ESTA durante questo periodo e si può quindi utilizzarla per effettuare diversi soggiorni, scali o transiti negli USA.

Ma che succede dopo la scadenza? In altri termini, è necessario effettuare un rinnovo della propria ESTA dopo i due anni o il rinnovo avviene automaticamente? In realtà, non esiste il rinnovo automatico dell’autorizzazione ESTA e sta quindi al titolare svolgere le pratiche di rinnovo quando ne ha bisogno effettuando una nuova domanda online come se si trattasse della prima volta.

Ovviamente, niente obbliga ad effettuare il rinnovo esattamente alla scadenza dell’ESTA a meno che non si abbia in programma di effettuare un viaggio negli Stati Uniti a breve dopo questa data. Dato che è necessario riprendere la pratica per intero rifacendo tutta la procedura, si può attendere di averne realmente bisogno.

 

I casi in cui si deve rinnovare l’ESTA prima della sua scadenza

Dopo aver spiegato che l’ESTA non si rinnova automaticamente alla fine del suo periodo di validità di due anni, occupiamoci dei casi particolari in cui è necessario effettuare il rinnovo dell’autorizzazione prima della scadenza.

Infatti, sebbene in teoria si possa utilizzare la propria ESTA tutte le volte che occorre per viaggiare negli USA durante i suoi due anni di validità, ovviamente nel rispetto delle condizioni preventive del dispositivo ESTA, è necessario che nessun dato o informazione importante siano cambiati dal momento della domanda. Per esempio, se si è cambiato indirizzo, passaporto o nome oppure se, più generalmente, una delle risposte alle domande del modulo non è più valida, l’ESTA, sebbene ancora in corso di validità, non viene più considerata tale e l’imbarco o il passaggio alla frontiera in occasione del viaggio può essere rifiutato.

Ovviamente, alcune informazioni inserite nella propria pratica ESTA possono essere modificate e non necessitano quindi il rinnovo dell’autorizzazione al viaggio. Tuttavia, gli elementi modificabili sono pochi e in genere è comunque necessario ripetere interamente la procedura di richiesta.

La spiegazione di ciò e semplice. Per esempio, se il numero di passaporto è cambiato in seguito al suo rinnovo perché arrivato a scadenza, smarrito o rubato, è ovviamente necessario effettuare una nuova domanda di ESTA dato che questa autorizzazione elettronica è associata per via informatica al numero di passaporto. È inoltre necessario che gli elementi di identità che figurano nell’ESTA siano gli stessi del passaporto.

Analogamente, dato che le risposte fornite nel questionario di domanda online vengono utilizzate dalle autorità statunitensi per studiare l’ammissibilità della domanda e il diritto del richiedente di entrare nel territorio, è evidente che qualsiasi risposta differente comporterà la necessità di ristudiare integralmente la pratica.

 

Come funziona il rinnovo dell’ESTA? Qual è la procedura da seguire?

Passiamo ora alla pratica spiegando come effettuare il rinnovo dell’autorizzazione al viaggio ESTA. Quando l’ESTA arriva a scadenza o delle informazioni fornite sono cambiate, il diritto di entrare nel territorio statunitense deve essere oggetto di una nuova domanda completa ed essere sottoposto a convalida secondo le stesse modalità seguite per la domanda precedente.

È quindi necessario andare nuovamente in un sito che proponga un modulo di domanda in italiano, come quello che raccomandiamo qui, e compilare completamente il questionario. Infatti, nessuna delle informazioni presenti nella precedente ESTA viene conservata e bisogna rispondere di nuovo ad ognuna delle domande che vi vengono poste. Ricordiamo che per farlo è necessario disporre di un numero di passaporto in corso di validità e la cui validità copra anche l’insieme del viaggio.

Dopo aver riempito il questionario con attenzione è necessario convalidarlo effettuando il pagamento online delle spese di pratica e di trattamento della domanda. Bisogna poi attendere al massimo 72 ore prima di ricevere per mail la risposta delle autorità statunitensi all’indirizzo indicato nella domanda.

Da notare che se si ha in programma di viaggiare negli USA in famiglia o con degli amici, per fare più in fretta ed evitare procedure fastidiose esiste la possibilità di fare una domanda di ESTA di gruppo.

 

Perché è necessario pagare nuovamente l’ESTA al momento del rinnovo?

Sebbene le spese necessarie per una domanda di ESTA non siano troppo elevate, alcuni si chiedono comunque perché sia necessario pagare nuovamente la totalità di queste spese al momento del rinnovo dell’autorizzazione. Infatti, quale che sia il motivo del rinnovo e anche se viene effettuato durante il periodo di validità dell’autorizzazione, il pagamento delle spese è obbligatorio. Inoltre, non esistono neanche tariffe speciali o riduzioni per il semplice rinnovo dell’ESTA che ha infatti lo stesso costo di una domanda iniziale.

Ciò si spiega per il fatto che il rinnovo dell’ESTA viene trattato come una prima domanda. Di conseguenza, le autorità statunitensi e il sito su cui viene effettuata la domanda devono svolgere lo stesso lavoro che in occasione della prima domanda ed è quindi logico che la nuova pratica sia a pagamento e che non sia più economica della prima.

Bisogna comunque sapere che il prezzo dell’ESTA può variare da un sito all’altro ed è quindi importante scegliere con cura il sito nel quale compilare il modulo seguendo i consigli che forniremo a seguire.

 

L’ESTA viene ottenuta sistematicamente al momento del rinnovo?

Passiamo ora ad un’altra domanda che si pongono molti dei viaggiatori che intendono effettuare un rinnovo della loro ESTA relativa al fatto che siano, o meno, certi di ottenere una risposta favorevole alla domanda. In realtà, il fatto di aver già ottenuto un’ESTA al momento della prima domanda non garantisce in nessun modo che la nuova domanda venga accettata. Infatti, il rinnovo è una nuova domanda a pieno titolo e solo le autorità statunitensi incaricate di seguire il dispositivo possono decidere se accordare o meno il diritto di soggiornare negli USA.

Tuttavia, va notato che, se niente è cambiato nella situazione personale del richiedente dalla prima domanda e se le leggi sull’immigrazione degli USA sono rimaste le stesse, è fortemente probabile che si ottenga nuovamente il diritto di ingresso nel territorio statunitense.

I casi in cui si rischia di ottenere un rifiuto riguardano il non rispetto delle condizioni richieste dal dispositivo quali una durata di soggiorno troppo lunga o un motivo di viaggio non incluso. In questi due casi, per andare negli Stati Uniti esiste comunque la possibilità di fare una domanda di visto. Ma in altri casi, per esempio se si hanno avuti dei problemi con la giustizia dopo la prima domanda, se si hanno dei problemi di salute, se ci si è trasferiti in un paese escluso dall’immigrazione statunitense o ancora se si è stati ricondotti alla frontiera o espulsi dagli Stati Uniti in occasione di un viaggio precedente, è molto probabile che non si ottenga né un’autorizzazione ESTA né un visto.

Ricordiamo tuttavia che, al contrario, se la prima domanda ha comportato un rifiuto da parte delle autorità statunitensi ciò non implica necessariamente un rifiuto della nuova domanda.

 

In quali casi è obbligatorio fare una domanda di visto anziché un rinnovo dell’ESTA?

Se si intende effettuare un rinnovo dell’ESTA per effettuare un nuovo viaggio negli Stati Uniti è necessario verificare preventivamente che la propria situazione e il tipo di soggiorno programmato siano in accordo con il dispositivo. In certi casi è infatti preferibile effettuare direttamente una domanda di visto anziché una domanda di ESTA.

Per quanto riguarda la situazione personale, ricordiamo che il dispositivo ESTA si rivolge unicamente ai cittadini provenienti dai paesi membri del dispositivo. Se dopo la prima domanda ci si è trasferiti in un paese che non fa parte di questo accordo non si può più beneficiarne ma, ad esclusione di alcuni paesi di residenza, è possibile fare una domanda di visto tradizionale.

Per quanto riguarda il soggiorno, ricordiamo inoltre che, se si intende utilizzare l’ESTA, questi non deve superare la durata massima di 90 giorni consecutivi. Oltre questa durata si può comunque fare domanda per un visto specifico.

Infine, non può essere utilizzata l’ESTA se il soggiorno negli USA ha una finalità diversa dal turismo o il business e si ha intenzione, per esempio, di trasferirvisi in maniera definitiva o duratura, lavorarvi o seguirvi degli studi per le quali va invece seguita la procedura standard di visto.

Se ci si trova in una delle situazioni sopracitate è inutile perdere tempo a fare una domanda di rinnovo dell’ESTA e bisogna invece andare direttamente in un sito per le richieste di visto tenendo presente il fatto che questa procedura è spesso molto più lunga di una domanda di ESTA dato che richiede alcuni giustificativi e, a volte, anche un appuntamento al consolato.

 

È necessario rinnovare l’ESTA nel sito in cui si è fatta la prima domanda?

Per concludere questo articolo sul rinnovo di un’autorizzazione ESTA rispondiamo ad un’altra domanda frequente dei viaggiatori relativa al sito in cui procedere al rinnovo. Alcuni vogliono infatti sapere se sia necessario utilizzare lo stesso sito usato per la prima domanda.

In realtà il problema non sussiste dato che il rinnovo è identico alla domanda iniziale e per effettuarlo è quindi possibile scegliere il sito che si preferisce.  A tal fine, consigliamo di tener conto di differenti criteri tra cui:

  • La qualità dell’accompagnamento e l’eventuale presenza di servizi di assistenza online per rispondere alle proprie domande.
  • Il fatto che il questionario di domanda sia proposto nella lingua del richiedente.
  • La rapidità di trasmissione e di trattamento della pratica per ottenere rapidamente l’ESTA.
  • L’ammontare delle spese richieste.
  • La possibilità di ottenere un rimborso in caso di rifiuto della domanda.

Il sito che abbiamo selezionato e che raccomandiamo qui riunisce tutte queste qualità ed è quindi una buona scelta per rinnovare la propria autorizzazione al viaggio ESTA online.