Sito non affiliato al governo statunitense, possibilità di svolgere le proprie pratiche senza spese supplementare nel sito ufficiale.

I documenti ufficiali per andare negli Stati Uniti

Se vuoi preparare un viaggio negli USA ed hai già il passaporto, non perdere altro tempo e fai subito domanda di autorizzazione ESTA online per ottenerla al più presto.

Hai in programma un viaggio negli USA e hai già trovato o prenotato i biglietti d’aereo? In questo caso, devi assicurarti di aver ben preparato il viaggio e di aver pensato a procurarti gli altri documenti ufficiali indispensabili per questo tipo di viaggio che ti verranno richiesti sia al momento dell’imbarco che all’arrivo negli Stati Uniti. In questo articolo forniamo delle informazioni su questi documenti indispensabili senza i quali non è possibile portare a termine il proprio progetto di viaggio e spieghiamo inoltre in che modo si possano ottenere il più rapidamente possibile.

 

Quali sono i documenti da preparare prima di andare negli USA?

L’ingresso nel territorio statunitense richiede una certa preparazione a livello amministrativo e bisogna assicurarsi di disporre dei documenti indispensabili al proprio viaggio. È importante notare che ogni  viaggiatore deve avere i suoi propri documenti. Ciò vale anche per i bambini, inclusi i neonati, nel quadro di un viaggio in famiglia. Tali documenti vengono richiesti e verificati sia al momento dell’imbarco verso gli USA che all’arrivo sul territorio statunitense. Ovviamente, se non si dispone di tali documenti, l’imbarco o l’ingresso negli Stati Uniti saranno semplicemente rifiutati, anche se si è già prenotato il biglietto dell’aereo.

Passiamo quindi all’essenziale parlando dei documenti indispensabili per il soggiorno. Il primo documento di cui si deve disporre è ovviamente un passaporto in corso di validità e la cui validità copra l’integralità del soggiorno negli USA. Ma non è tutto. È anche necessario disporre di un’autorizzazione al soggiorno ESTA. Da alcuni anni, infatti, non è più assolutamente necessario disporre di un visto per entrare negli Stati Uniti. Come spiegheremo nel dettaglio a seguire, l’ESTA è un’autorizzazione al viaggio elettronica molto più semplice e più rapida da ottenere che non un visto e permette, nel rispetto di alcune condizioni, di andare negli USA senza dover richiedere un visto classico.

Da notare inoltre che, se si viaggia con il proprio figlio minore senza il secondo genitore, è necessario disporre di uno stato di famiglia e di un’autorizzazione all’uscita dal territorio firmata dal secondo genitore.

 

Ottenere un passaporto per andare negli USA

Interessiamoci ora al modo in cui si può ottenere un passaporto per andare negli USA. Ad oggi, il tipo di passaporto che si ottiene svolgendo le dovute pratiche è il passaporto biometrico che, dal 2009, sostituisce il passaporto elettronico. Questo tipo di passaporto ha la particolarità di contenere un’immagine digitale del viso del titolare e le impronte digitali di 8 o 10 dita. Che si effettui la prima domanda di passaporto o che si richieda il rinnovo di un passaporto arrivato a scadenza la procedura è esattamente la stessa.

La domanda di passaporto va effettuata presso la Questura del luogo di residenza. È comunque preferibile cominciare col fare la richiesta online nell’apposito sito e prendere un appuntamento per completare la pratica. Ovviamente, vengono anche fornite tutte le informazioni relative ai documenti da presentare. La domanda può richiedere del tempo, soprattutto se non viene fatta presso la Questura del luogo di residenza, ed è quindi necessario mettere in conto questo tempo prima della partenza per gli USA.

La domanda di passaporto biometrico richiede di presentare della documentazione:

  • Il modulo stampato e debitamente compilato della richiesta di passaporto (attenzione a scegliere il modulo corretto tra quello per maggiorenni e minorenni).
  • 2 foto formato tessera identiche e recenti (chi indossa occhiali da vista può tenerli purché le lenti siano non colorate e la montatura non alteri la fisionomia del volto - inoltre lo sfondo della foto deve essere bianco).
  • Un documento di riconoscimento valido (portare con sé, oltre all'originale, anche una fotocopia del documento).   
  • La ricevuta del pagamento a mezzo c/c di € 42.50 per il passaporto ordinario. Il versamento va effettuato esclusivamente presso gli uffici postali di Posteitaliane mediante bollettino di conto corrente n. 67422808 intestato a: Ministero dell'Economia e delle Finanze - Dipartimento del tesoro, in distribuzione presso gli uffici postali di Posteitaliane. Il bollettino postale dovrà riportare nello spazio “eseguito da” i dati dell’intestatario del passaporto anche se minore e nella causale dovrà esser scritta la dicitura “importo per il rilascio del passaporto elettronico”.
  • Un contrassegno amministrativo da € 73,50 (da richiedere in una rivendita di valori bollati o tabaccaio) . L'importo è cambiato dal 24 Giugno 2014 con la conversione in Legge del decreto Irpef. Va acquistato per il rilascio del passaporto ordinario, anche per quello dei minori.
  • Se si ha già un passaporto e se ne richiede uno nuovo a causa di deterioramento o scadenza di validità, con la documentazione deve essere consegnato il vecchio documento. In caso di richiesta di nuovo passaporto per smarrimento o furto deve essere presentata la relativa denuncia.

Per quanto riguarda i minorenni, i documenti sono leggermente differenti. Da notare che ormai tutti i viaggiatori, compresi i bambini, devono avere il loro proprio passaporto e non è quindi più possibile aggiungere il proprio figlio al proprio passaporto. La validità del passaporto per un minorenne è di 3 anni per i minori di tre anni e di 5 anni fra i tre e i diciotto anni di età. La domanda deve ovviamente essere effettuata dal genitore o da un tutore. Ecco i documenti da presentare:

  • Il modulo stampato della richiesta passaporto (attenzione a scegliere il modulo corretto tra quello per maggiorenni e minorenni). Per il passaporto di un minore la domanda di rilascio sarà firmata dai genitori.
  •  2 foto formato tessera identiche e recenti (chi indossa occhiali da vista può tenerli purché le lenti siano non colorate e la montatura non alteri la fisionomia del volto - inoltre lo sfondo della foto deve essere bianco).
  • Un documento di riconoscimento valido del minore (suggeriamo di portare con sé, oltre all'originale, anche una fotocopia del documento). In alternativa il genitore del minore può autocertificare che il minore è suo figlio (ai sensi del DPR 445 del 2000 legge Bassanini).
  • 1 contributo amministrativo da€ 73,50 (sotto forma di valore bollato - ex marca da bollo - da richiedere sempre in una rivendita di valori bollati o tabaccaio) da acquistare prima di presentarsi con la documentazione nell'Ufficio che rilascia i passaporti.
  • La ricevuta di pagamento con c/c di€ 42,50 per il passaporto ordinario. Il versamento a nome del minore va effettuato esclusivamente presso gli uffici postali di Posteitaliane mediante bollettino di conto corrente n. 67422808 intestato a: Ministero dell'Economia e delle Finanze - Dipartimento del tesoro. 
  • Portare con sé anche la stampa della ricevuta che viene inviata dal sistema dopo la registrazione al sito Agenda passaporto.

Per richiedere il passaporto per il figlio minore è necessario l'assenso di entrambi i genitori (coniugati, conviventi, separati, divorziati o genitori naturali.) e che il minore sia cittadino italiano. 

Come indicato in precedenza, per i minori la validità del passaporto biometrico varia da 3 a 5 anni. Per gli adulti, la validità del passaporto è di 10 anni.

 

Cos’è l’autorizzazione ESTA per andare negli USA?

Come accennato in precedenza, per andare negli USA, oltre al passaporto in corso di validità è necessario presentare un altro documento ufficiale ovvero un’autorizzazione al soggiorno ESTA. Infatti, se si desidera andare negli Stati Uniti non è più necessariamente obbligatorio un visto perché alcuni anni fa è stato messo in opera un nuovo dispositivo che semplifica notevolmente le pratiche per i viaggiatori verso gli USA.

Il termine ESTA è l’acronimo di Electronic System for Travel Authorization ovvero autorizzazione al viaggio elettronica. Se non si ha un visto, l’ESTA è ovviamente indispensabile per imbarcarsi con destinazione Stati Uniti. Questo dispositivo riguarda unicamente le domande di viaggiatori che rispondono ad alcuni criteri che vediamo qui nel dettaglio:

Il paese di residenza del richiedente: il sistema ESTA è stato attivato dagli Stati Uniti unicamente con alcuni paesi. È quindi necessario essere residenti in uno dei paesi membri del dispositivo per poterne profittare. Ad oggi, 38 paesi, tra cui l’Italia, fanno parte di questo dispositivo. È assolutamente indispensabile essere cittadini di uno di questi paesi per fare una domanda di ESTA. Tali viaggiatori non hanno quindi bisogno di visto per andare negli USA. 

D’altra parte, la durata del soggiorno negli USA autorizzata dall’autorizzazione al viaggio ESTA è limitata. Il dispositivo è applicabile unicamente ai soggiorni inferiori ai 90 giorni ovvero più o meno 3 mesi. Per i soggiorni più lunghi è ovviamente necessario effettuare una domanda di visto classico.

L’obiettivo del viaggio è anch’esso importante se si desidera profittare dell’ESTA. Infatti, questa autorizzazione riguarda unicamente i viaggi negli USA con finalità turistica, professionale o nel quadro di una visita ad amici o parenti. Quindi, se si desidera andare negli Stati Uniti per lavorare, per risiedervi in maniera stabile o per seguire degli studi sarà necessario fare una domanda di visto specifico.

Infine, è anche necessario disporre di un passaporto biometrico o elettronico in corso di validità. Per diversi motivi, non è infatti possibile ottenere questa autorizzazione al soggiorno con una semplice carta di identità. Per prima cosa, il passaporto è un documento indispensabile per viaggiare in tutti i paesi al di fuori dell’Unione Europea ed è quindi indispensabile per gli Stati Uniti. Inoltre, l’autorizzazione ESTA viene automaticamente associata al passaporto del richiedente. Non si tratta di un documento fisico e gli agenti incaricati di effettuare i differenti controlli nel corso del viaggio possono verificare l’ESTA unicamente effettuando una lettura elettronica del passaporto. Bisogna quindi fare attenzione a che il numero di passaporto comunicato nella domanda di ESTA sia lo stesso del passaporto che viene presentato durante il viaggio. Se si ha intenzione di rinnovare il proprio passaporto prima del viaggio, bisogna quindi attendere di avere il nuovo passaporto prima di effettuare la domanda di ESTA. Da notare inoltre che la data di scadenza del passaporto ha la sua importanza perché questo deve essere valido almeno fino alla fine del viaggio. Se non è questo il caso, bisogna effettuare il rinnovo del passaporto prima della sua scadenza.

Una volta ottenuta, l’autorizzazione ESTA è valida per una durata di due anni. Ciò significa che è possibile effettuare diversi soggiorni negli USA senza dover rinnovare sistematicamente questa autorizzazione, a condizione che i differenti soggiorni rispettino le condizioni sopraelencate. Perché la propria ESTA sia ancora valida, è anche importante che nessuna delle informazioni fornite nella domanda sia cambiata.

 

Come effettuare una domanda di ESTA per andare negli USA?

Come abbiamo visto, insieme al passaporto l’ESTA è un documento indispensabile per qualunque viaggio negli USA. Vediamo quindi in che modo si possa ottenere questa autorizzazione al viaggio. Come indicato dal suo nome stesso, l’ESTA è un sistema elettronico il che significa che tutta la procedura viene effettuata direttamente online e che non c’è nessun bisogno di presentarsi ad un ufficio per ottenerla.

È infatti sufficiente disporre di un computer e di una connessione a Internet. Per prima cosa bisogna andare in un sito che propone questo tipo di domanda, come quello che raccomandiamo qui, e accedere al modulo di domanda online. Bisogna poi fornire alcune informazioni personali del richiedente come l’identità completa, l’indirizzo, il numero di passaporto e un indirizzo mail valido.

Bisogna poi rispondere ad alcune domande relative al passato giudiziario, allo stato di salute, ai precedenti viaggi e alle ragioni del proprio soggiorno negli USA.

Una volta compilato e verificato il modulo, si può convalidare la domanda effettuando un pagamento online delle spese richieste.  Il pagamento avviene direttamente online tramite carta bancaria e, ovviamente, su un server securizzato.

In seguito, si ottiene una risposta alla propria domanda direttamente per mail in un tempo massimo di 72 ore. Se l’ESTA è stata concessa, non rimane altro da fare perché, come spiegato in precedenza, l’autorizzazione viene automaticamente associata al passaporto del richiedente. Non è quindi necessario stampare la propria domanda a meno che non si desideri mantenere una traccia scritta, in particolare se si hanno in programma diversi viaggi.

Nel caso in cui la domanda fosse stata respinta, è possibile inoltrarne un’altra nel rispetto di un intervallo di 10 giorni a partire dalla notifica del rifiuto oppure fare una domanda di visto classico se il rifiuto è dovuto al non rispetto delle condizioni sopracitate.

È importante sottolineare che tutti i viaggiatori che si recano negli USA devono avere questa autorizzazione o un visto classico,  bambini e neonati inclusi.

 

Bisogna prevedere altri documenti utili per organizzare un viaggio negli USA?

Abbiamo visto quali sono i due documenti ufficiali indispensabili che bisogna prevedere per il proprio viaggio negli USA, l’ESTA o il visto e il passaporto. Ma è utile prevedere altri documenti?

Prima di andare negli Stati Uniti si può ovviamente sottoscrivere un’assicurazione. Non si tratta evidentemente di un obbligo ma potrebbe essere utile, soprattutto se si soggiorna per un lungo periodo in questo paese. È bene assicurarsi che l’assicurazione includa una garanzia di presa in carico di eventuali cure mediche in loco e di un’assistenza al rimpatrio.

È possibile portare con sé la patente nel caso in cui si desideri noleggiare un’auto sul posto e visitare diversi Stati? Da notare che la patente italiana può essere o meno accettata a seconda dello Stato degli USA in cui ci si trova. Per non correre rischi può essere consigliabile disporre anche di una patente internazionale. La patente viene obbligatoriamente richiesta dagli autonoleggiatori.

È anche interessante portare con sé un secondo documento di identità nel caso in cui si dovesse perdere il passaporto durante il viaggio. È quindi bene avere anche la carta nazionale di identità, sebbene questa non sarà di alcuna utilità per ottenere il diritto di ingresso in territorio statunitense per il quale è comunque necessario il passaporto.

Infine, è bene fare delle fotocopie di tutti i documenti importanti (passaporto, prenotazioni di alberghi, biglietti di aereo, etc) da conservare in un bagaglio diverso dagli originali. Ciò eviterà di trovarsi in difficoltà in caso di smarrimento di uno dei bagagli durante il viaggio o durante gli spostamenti nel paese.